Imbiancare Casa: Attrezzi e Tipi di Pittura per Imbiancare
  • Imbiancare Casa

Imbiancare Casa

Non ne potete più di muri anneriti dalla patina del tempo, che ogni giorno che passa dà un indesiderato senso di antichità alla vostra abitazione?

Immagine imbianchino che pittura la parete

Imbianchino che si appresta a pitturare una parete con il rullo

Le novità mettono spesso di buon umore, soprattutto se interessano il rinnovo della nostra casa, luogo dove trascorriamo almeno un terzo della giornata. E’ possibile conferire quel tocco di nuovo agli ambienti anche semplicemente facendo ricorso alla tinteggiatura di pareti e soffitti.

Al fine di conferire alla nostra casa un aspetto gradevole, ricordiamo di utilizzare colori in abbinamento a quelli di mobili e accessori, in modo da ottenere un insieme armonico.

Per sentirci maggiormente partecipi di questo rinnovo, possiamo decidere di tinteggiare la casa da soli, tenendo in considerazione alcune semplici regole.

Ogni quanto imbiancare casa? In quale stagione?

Le stagioni ideali ovviamente sono la primavera e l’estate. Meglio evitare i mesi freddi e piovosi, non solo per ottenere una rapida asciugatura delle pareti, ma anche per arieggiare gli ambienti e eliminare l’odore sgradevole dopo la tinteggiatura.

Per quanto riguarda la cadenza con cui pitturare casa, non esiste una regola fissa in quanto esistono molte variabili da tenere in considerazione, quali: composizione del nucleo famigliare, la presenza di bambini o la presenza di animali in casa.

Volendo fornire una stima, mediamente una casa necessita di essere imbiancata ogni 3-4 anni. Nel caso di abitazioni in cui è presente una stufa a legna, potrebbe essere necessario tinteggiare la stanza in cui è riposta anche tutti gli anni.

Attrezzature da imbianchino

Attrezzi per imbiancare: pennelli, pennellessa, rulli, vernici….

Attrezzi per imbiancare casa

  • Pittura
  • Scala
  • I pennelli, la pennellessa e il rullo
  • Teli in plastica e giornali
  • Stucco riempitivo autoadesivo
  • Spatola
  • Nastro carta adesivo
  • Cacciaviti e metro
  • Carta vetrata

 

 

Prima di imbiancare casa

Tinteggiare una parete è un operazione apparentemente semplice e accessibile a tutti. È importante però adottare semplici accorgimenti che possono rivelarsi significativi rispetto al buon esito del lavoro, evitando risultati sgradevoli e inutili sprechi di tempo e materiali.

Protezione dell’ambiente nel quale occorre imbiancare le pareti

Dovete coprire bene:

  • i pavimenti, in qualsiasi materiale essi siano realizzati
  • le prese elettriche
  • i battiscopa
  • gli stipiti delle porte
  • i mobili, che vanno spostati dalle pareti; per ottimizzare i tempi, questi ultimi possono essere anche collocati al centro della stanza, con relativa copertura.
  • Un telo di plastica è efficace nella copertura dei mobili. Per quanto riguarda il pavimento potete utilizzare la carta di giornale oppure il cellophane.
  • Le prese elettriche, gli interruttori e le placchette di rivestimento vanno rimosse o coperte con nastro carta. Lo stesso vale anche per battiscopa e stipiti di porte e finestre.

Le pareti devono essere accuratamente preparate, in funzione della loro tipologia e caratteristiche; nel caso di vecchi edifici generalmente bisogna rimuovere la polvere utilizzando tracci asciutti e eventuali scrostature dovute all’umidità con la spatola in alluminio. In corrispondenza di eventuali lesioni va applicato lo stucco per intonaco.

Tipi di pittura per imbiancare casa

La tinteggiatura è la rifinitura più semplice ed economica per una parete interna di un edificio.

In commercio esistono due tipologie di pitture: le pitture a tempera e le idropitture lavabili.

Le pitture più comuni sono generalmente diluite con acqua, in proporzioni che variano dal 30% al 50%. Indicativamente con 1 kg di vernice è possibile tinteggiare discretamente una superficie di circa 15 mq.

Creazione colore con idropittura

Realizzazione colore con idropittura

Le idropitture negli anni hanno sostituito rapidamente le tempere, in quanto queste ultime, seppur più economiche, anno la tendenza a sfaldarsi e sgretolarsi nel tempo. Inoltre, le idropitture offrono vantaggi legati alla possibilità di impieghi anche in ambienti umidi (idropitture traspiranti), sia per superfici interne che esterne.

Inoltre, le idropitture possono essere applicate con semplicità su diversi tipi di materiali: dal cemento al gesso, agli intonaci e mattoni di varia natura.
Le idropitture conferiscono inoltre alle pareti la capacità di poter essere lavate conservando la stessa colorazione.

Le pitture acriliche assicurano un ottimo risultato soprattutto con riguardo alla lucentezza e luminosità.

In merito alla lucentezza, il mercato offre:

  • Pitture opache
  • Pitture patinate, particolarmente lucide
  • Pitture satinate e semipatinate, moderatamente lucide

Lo smalto sintetico satinato va bene su qualsiasi superficie, quindi oltre che per legno e metallo può essere usato anche per pareti e soffitti. Resiste alla condensa e al vapore, quindi è particolarmente adatto per ambienti come il bagno e la cucina.
È molto più resistente dell’idropittura e rispetto allo smalto lucido, penetra più a fondo ed è più facile da stendere.

Molto coprente e facile da lavare, di solito non richiede fissativo anche se per le superfici nuove è buona norma applicare una mano di fondo. L’unico elemento negativo sta nel prezzo, che è molto più alto, e nei tempi di asciugatura, circa 12-16 ore per ogni mano.

Imbianchino per imbiancare casa: dove rivolgersi?

Se dovete ritinteggiare la casa e siete alle prese con la ricerca di un imbianchino, un artigiano o un’impresa accreditata a cui affidare i lavori, inviate una richiesta di preventivo QUI. Il servizio preventivi on line è totalmente GRATUITO e rappresenta il posto dove la domanda e l’offerta si incontrano, consentendovi di scegliere al meglio e in base alle vostre esigenze. Vi forniremo fino a 4 preventivi da aziende differenti presenti nella vostra zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *